de pie, delante de vos, con una flor amarilla en la mano

Julio, enormísimo cronopioio sulla tomba di Julio ci son stata un freddo giorno di dicembre del 2004.
da sola, anche se ero in vacanza con il fidanzato del tempo, perché a lui non poteva fregargliene di meno (lo so, lo so, inconcepibile). ma anche perché io non ci volevo nessun altro.
pioveva e in effetti non c’era un’anima. quindi era perfetto.

quando l’ho vista, la lapide, ho capito che non avrebbe potuto essere in nessun altro modo.

ci ho lasciato sopra un fiore giallo, uno solo. ho fumato una sigaretta osservando i biglietti del metrò, le sigarette e i bigliettini che si scioglievano sotto la pioggia. almeno il mio fiore durerà un po’ più a lungo, ho pensato.

e mi ricordo che ho sorriso molto e mi sono un po’ commossa e mi sono sentita un po’ sciocca e se il tempo fosse stato migliore, e di più, probabilmente mi sarei trovata un angolino e sarei rimasta lì a leggere Final del Juego, in cui c’è il racconto del fiore giallo da cui l’omaggio sulla tomba* e una buona parte dei racconti che più ho amato e studiato e sofferto e tradotto e raccontato a mia volta a chiunque avesse voglia di ascoltarmi.

Questo ricordo e questo post nascono perché un certo fama mascherato da cronopio ha avuto l’adorabile idea (smentendo così che si tratti di maschera) di scrivere di Julio Cortázar durante il tempo che ci separa dal centesimo anniversario della sua nascita. Questo post nasce perché ogni volta che leggo uno dei suoi, di post, un po’ mi sorprendo e un po’ sorrido del fatto che sia così facile provare le stesse sensazioni e lo stesso affetto (poi lui lo scrive meglio, ma me ne farò una ragione) e la stessa buffa nostalgia, come per un vecchio amico che vorresti tanto rivedere – anche se non lo hai mai incontrato.

*

*
[* il titolo invece no, il titolo viene da qui]

Contrassegnato da tag , , ,

4 thoughts on “de pie, delante de vos, con una flor amarilla en la mano

  1. ilsecolocorta scrive:

    la bellezza di quello che hai scritto.
    Snoopy, enormísima Cronopia, grazie.

  2. sindromedisnoopy scrive:

    il grazie è tutto per te, Il Secolo Corta è una gioia :)

  3. Uno che passa di qui scrive:

    ¿Me perdonas pero ese día que yo no estaba en el Museo del louvre?
    Que viva Julio!

    • sindromedisnoopy scrive:

      Perdona pero no tengo ni idea de lo que estás diciendo :) Si estabas en el Louvre, me alegro. Y sobre todo ¿por qué me estás escribiendo en español, si está claro que no es tu idioma?
      De todas formas ¡que viva Julio!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: