Archivi tag: islanda

i rischi del pianificare una vacanza su un’isola vulcanica. molto vulcanica.

Proprio vero che non è mai detta l’ultima parola… finché non è detta l’ultima parola. Il viaggio in Islanda è saltato.

Causa vulcano, ovviamente. Ma non quello che già ci ha dato dentro per mesi (praticamente da quando abbiamo vinto il viaggio…)

No, un altro. Che per non essere da meno ha cominciato a scaldarsi proprio in questi giorni. Che dire… la natura è matrigna, lo sapeva anche Leopardi. Almeno noi non siamo malaticci e costretti in una biblioteca a sognare l’ignoto oltre la siepe.

Il fatto che sia saltata l’Islanda, quindi, non significa che sia saltato il viaggio. Diciamo che abbiamo preferito un programma meno “estremo” (e anche meno affascinante, certo) ma più sicuro. Almeno non dobbiamo stare tutti i giorni attaccati ai tweet da Reykjavik con l’ansia da eruzione.

E comunque la rinuncia non la paghiamo così cara. O no? A me il nuovo programma non dispiace per niente.

23 giugno – Trasferimento in treno alta velocità da Milano staz. Centrale a Venezia Mestre – Trasferimento e partenza dalla stazione di Venezia Santa Lucia a bordo del treno di lusso Orient Express (inclusi cena e pernottamento).

24 giugno Arrivo alla stazione di Vienna West Banhof. Trasferimento al Bristol Hotel; check in con Champagne e fiori di benvenuto. Soggiorno in hotel per 3 notti con prime colazioni incluse. Giornata libera per visitare la città.

25 giugno Tour in elicottero per vedere la città dall’alto. L’elicottero sosterà in un ristorante caratteristico per il pranzo.

26 giugno Mattinata e pomeriggio liberi; cena a lume di candela per due al Wiener Riesenrad.

27 giugno (serata) Trasferimento dall’Hotel Bristol alla stazione West Banhof di Vienna. Partenza in treno con Rail Europe cuccetta doppia.

28 giugno Arrivo a Venezia Santa Lucia e trasferimento a Milano Centrale

Non so se mi stuzzica di più la serata in Orient Express o l’elicottero…vi saprò dire.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Cose che succedono quando rispondi al telefono alle 9 del mattino

Che Gigi ha vinto questo concorso della Durex in realtà lo sapete tutti, almeno chi mi conosce personalmente e socialcosamente. E sapete pure che il premio ci porterà in Islanda, a giugno.

Quello che non sapete è che ieri mattina me ne stavo bella tranquilla a sorseggiare il mio caffè, cercando di dare un senso alla giornata lavorativa, quando il mio telefono ha squillato inopinatamente.

[tranquilli che le due cose hanno un senso, insieme, se continuate a leggere]

Vi sembrerà niente, il cellulare che squilla alle nove del mattino. Ma a me di mattina non telefona mai nessuno*. Tra l’altro di norma tengo la suoneria spenta in ufficio e difficilmente rispondo se il numero è nascosto.

Ma ieri no. Ieri ho risposto e dall’altra parte del filo c’era il Ruggito del coniglio.

È stato Gigi, ovviamente. Il maledetto. Me lo immaginavo che se la rideva mentre io cercavo di dissimulare davanti ai miei colleghi e cercavo di infilare la porta con disinvoltura. Quando sono tornata alla mia postazione, infatti, l’ho trovato che sghignazzava su g-talk.

Non so se ci crederete, ma io non mi sono ancora riascoltata, perché mi fa un po’ impressione. Ma se voi siete curiosi, potete cliccare qui e ascoltarvi i miei 4 minuti di gloria

[stasera metterò qualcosa di più pratico e tecnologicamente avanzato, prometto]

E comunque l’ho maledetto, in un primo momento, ma poi no. Perché mi ha fatto morire dal ridere in una mattina davvero di merda. (E anche per un’altra cosa che non vi dirò ma che date retta a me, è importante).

*a parte mia madre quando sogna che sono morta e mio padre l’altro giorno perché aveva sentito alla radio che a Milano c’erano gli “allagamenti” e si è preoccupato.
Contrassegnato da tag , , , , ,