Archivi tag: MrWiggles

farewell, Mr. Wiggles

La terza legge di MrWiggles

Mr Wiggles in 11 mosse, Festival Internazionale Ferrara, 2008.

è successo che a un certo punto, nella mia timeline di Twitter, è apparso questo.

@internazionale

L’editoriale si chiama “Lacrime”, e non mi stupisco: “Qualche settimana fa è arrivata un’email del suo autore, Neil Swaab: “The end of Mr. Wiggles. Ho disegnato questa striscia per tanti anni ed è stata la cosa più gratificante che abbia mai fatto. Ma Mr. Wiggles è arrivato al capolinea. Ho deciso di smettere finché è ancora amato piuttosto che trascinarlo stancamente” [...] Mr. Wiggles è l’amico cattivissimo che racconta barzellette feroci, ma così divertenti da far ridere fino alle lacrime. E dalla prossima settimana ci mancherà.”

sì, ci mancherà.

Contrassegnato da tag , , , ,

Del giornalismo e dei fumetti – quarta parte

Si chiude la carrellata dei miei incontri favoriti al Festival di Internazionale a Ferrara.

Oggi tocca a

Neil Swaab
Data e luogo: 5 ottobre, ore 14 – Sala Estense
Titolo e argomento: La striscia di Mr Wiggles. Accompagnato da Claudio Rossi Marcelli, della redazione di Internazionale.
Tempo di attesa per entrare: e io che pensavo di cavarmela con poco…esco dall’incontro con Hickman e il serpentone è già tutto bello srotolato. Io ci provo, mi accodo, aspetto una mezz’ora. Alla fine mi ritrovo in galleria: vista dall’alto e foto a tutto spiano!
In compagnia di: me stessa e la già citata macchina fotografica. Il fumettista si intona con solitudine e foto, a quanto pare.
Il bello: un ragazzo di una dolcezza spiazzante. Cosa che, per chi conosce MrWiggles, è già parecchio interessante. La splendida idea della realizzazione live della striscia: la nascita del tratto, le fotocopie, i ritagli e le idee balzane raccolte in lunghissime liste. Il racconto della nonna che scopre il terribile orsetto, la stentata descrizione di cosa sia una sideways vagina (…a quanto pare è più preparato sulla diagonal) e le prese in giro a “quella pazza scatenata” di Sarah Palin. E, naturalmente, la prima legge di MrWiggles (Trova qualunque scusa per non lavorare).
Il brutto: anche se ho potuto fare tante foto, mi sarebbe piaciuto essere più vicina, guardarlo, legare la sua voce alle espressioni del viso. Cose così.
Cosa porto a casa: la voglia di vedere la prima striscia di MrWiggles pubblicata da Internazionale, ma anche quella che Rossi Marcelli non è mai riuscito a far accettare (so solo che c’entrano l’orsetto, un abito da Babbo natale e alcuni bambini…)

Contrassegnato da tag , , , , , , ,
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 601 follower